Tolleranza zero per le mutilazioni genitali femminili

Oggi, nella giornata mondiale contro le Mutilazioni Genitali Femminili, rinnoviamo alla Commissione europea la richiesta di politiche concrete per fermare questo disumano crimine.
Un abuso vile, che perpetua la sottomissione femminile, lesionando permanentemente l’apparato riproduttivo e provocando, per tutta la vita della donna, dolore durante l’atto sessuale e spesso morte al momento del parto, colpendola nel corpo e nell’intimo, privandola del piacere stesso che può derivare dalla sessualità, e trasformandola da essere umano ad un semplice contenitore di riproduzione ad uso e consumo dell’uomo.


Non è accettabile che tutto ciò sia praticato, né all’interno dell’Unione europea né nel resto del mondo. Ma soprattutto, non si può giustificare tali azioni imputandole a mere convinzioni religiose, sessuali, sociologiche e culturali distorte. Mettiamo fine in maniera definitiva a questo problema, perché è di tutti noi, come afferma lo slogan di oggi: #myissuetoo

 

Print Friendly, PDF & Email